Lorenzo Carmine Curti è nato a Torano Castello (CS), sposato, due figlie, vive a Morano Calabro. Laureato in Chimica, insegna Chimica e Tecnologie Chimiche negli Istituti di Istruzione di secondo grado.

Diverse sono le pubblicazioni che si susseguono dal 1999, anno in cui pubblica la sua prima raccolta di poesie dal titolo Compendio di giorni migliori. 

Partecipa a vari concorsi di poesia ricevendo diversi encomi e premi tra i quali 1° premio alla VI edizione del concorso “Un libro amico per l’inverno” 2017 con La parola essenziale, il secondo premio per la silloge inedita Sull’opaco vetro del mare alla II edizione del “Premio Internazionale di Poesia Verseggiando” di Spoleto e il secondo posto alla XVII edizione del “Premio Mimesis” con la poesia Angoli.

Oltre alla poesia ampio è anche il suo interesse per la ricerca storica e in tale ambito ha pubblicato alcune monografie di storia medioevale su Torano e Morano.

Le opere pubblicate:
  • Compendio di giorni migliori, Filice, Cosenza, 1999
  • Un feudo dell’abbazia cassinese in Val di Crati medioevale: il casale di San Nicola di Sellectano (sec XI-XII), Patitucci, Castrovillari 2009
  • Tracce, Il Mio Libro, Roma, 2010
  • Come Muschio su Pietre, Il Mio Libro, Roma, 2011
  • Prima che faccia sera, Aletti Editore, Roma 2012
  • Muranum nella Longobardia meridionale (Contributo alla storia di Morano Calabro), Grafica Pollino, Castrovillari 2012
  • La vita semplice, Il Mio Libro, Roma, 2013
  • Lineamenti e documenti di storia feudale a Morano Calabro (Secoli XII-XVI), Grafica Pollino, Castrovillari 2014
  • Al vento leggeri, Il Mio Libro, Roma 2014
  • La parola essenziale, 2017